Farmacia Corso Arduino - Seguici Su Facebook - Contatti

glicemia

Glicemia

Con glicemia si intende la concentrazione di glucosio nel sangue. In farmacia è possibile eseguire il test ad un costo di 3,00€

Il glucosio è il principale nutrimento per le cellule, in particolare per quelle cerebrali che non sono in grado di immagazzinare energia e la loro sopravvivenza dipende dalla concentrazione ematica di questo zucchero. il corpo umano utilizza un sistema di regolazione intrinseco per mantenere i livelli di glucosio nella norma. Valori troppo alti (iperglicemia) sono dannosi all'organismo in particolare se permane per tempi molto lunghi. Anche valori troppo bassi (ipoglicemia) possono essere molto rischiosi per la salute.

Per la regolazione della glicemia intervengono diversi meccanismi fisiologici, tra i più importanti ci sono l'insulina e il glucagone. Il primo vine secreto dal pancreas quando aumenta la concentrazione di glucosio nel sangue (per esempio dopo un pasto), l'insulina permette alle cellule di catturare il glucosio circolante e immagazzinarlo come glicogeno e facendo tornare la glicemia a livelli normali. Quando si è a digiuno e, il glucosio circolante diminuisce, interviene il glucagone ripristinando i valori di glicemia.

 Glicagone - Insulina

diabete

Il principale motivo della misurazione della glicemia è il diabete. Vengono brevemente riassunte le diverse tipologie

Diabete di tipo 1 o giovanile riguarda il 10 % della popolazione affetta da diabete. E' una patologia autoimmune in questo caso l'iperglicemia è dovuta alla scarsa o assente produzione dell'insulina da parte del pancreas. L'insulina viene prodotta dalle cellule Beta del pancreas, il sistema immunitario le riconosce come "estranee" distruggendole. I soggetti affetti da questa patologia quindi dovranno assumere a vita l'insulina per compensarne la carenza.

I principali sintomi sono urine abbondanti e frequenti, sete e fame eccessiva, dimagrimento improvviso e immotivato.

Diabete di tipo 2 è una patologia più comune del tipo 1, riguarda circa il 90% dei casi di diabete. Anche se non completamente chiarita c'è una forte componente ereditaria affiancata da fattori di rischio quali obesità, stress, sedentarietà, ipertensione, ipercolesterolemia,  fattori ambientali e altre patologie. I sintomi possono essere :

 - sensazione di stanchezza
 – frequente bisogno di urinare anche nelle ore notturne
 – sete inusuale
 – perdita di peso improvvisa e immotivata
 – visione offuscata e lenta guarigione delle ferite

Spesso risulta essere una patologia totalmente asintomatica. Con il tempo l'iperglicemia può procede in modo silente per poi esordire con danni gravi a livello neurologico, renale, oculare e cardio-cerebrovascolare. E quindi importante controllare costantemente i livelli di glucosio nel sangue per una diagnosi precoce! In particolar modo chi presenta i fattori di rischio menzionati precedentemente e ha parenti affetti da tale patologia (ereditarietà).

Altre tipologie di diabete sono il diabete gestazionale, iatrogeno o da altre cause. Il diabete insipido e renale hanno invece un eziologia differente dal diabete comune.

il test

Il test viene eseguito in farmacia sotto controllo di un professionista ma essendo un test spesso utilizzato a livello domiciliare riassumiamo le operazioni da eseguire per una misurazione corretta:

 - Lavare le mani con acqua e sapone, sciacquare e asciugare le mani

 - Massaggiare l'estremità di un polpastrello della mano e disinfettare con un tampone o alcol.

 - Fare un foro con l'apposita macchinetta pungidito, ricordarsi di cambiare sempre il pungidito per la sterilità e per               assicurare  un valore corretto. NON utilizzare lo stesso pungidito con altre persone! Il foro va effettuato a lato                   dell'estremità distale del dito.

 - Asciugare la prima goccia di sangue con un batuffolo di cotone, farne uscire una seconda senza premere sul dito. 

 - Avvicinare la striscetta reattiva e toccare appena la goccia di sangue, il campione deve essere preso per capillarità,           ovvero l'estremità della striscia reattiva deve toccare solo la goccia di sangue e non il dito.

 - Attendere pochi secondi il risultato comparirà sul display

Per maggiori dettagli abbiamo selezionato questo video che spiega in dettaglio le operazioni da eseguire. Il video è stato realizzato dell'azienda ospedaliera di Padova.

* Queste procedure sono un riassunto generale delle operazioni da eseguire per il prelievo capillare, essendoci differenze da uno strumento l'altro vi invitiamo a leggere il foglietto illustrativo del vostro strumento.

ATTENZIONE: Poche persone si preoccupano della corretta gestione dei rifiuti ottenuti dall'automisurazione domiciliare, è importante non gettare i dispositivi pungidito utilizzati nella spazzatura comune ma utilizzare un apposito contenitore ecologico . Esistono diverse tipologie di contenitori, con volumi da 500 a 2000 ml con un costo medio di 1,50€

Contenitore di sicurezza ecologico

i valori

Valori Glicemia

IFG e IGT sono situazioni di prediabete.
Il carico di glucosio si riferisce a due ore dopo l'assunzione di 75 grammi di glucosio.

Il controllo glicemico viene solitamente eseguito a digiuno, nel caso venga misurato a stomaco pieno non deve comunque superare il caso limite del carico di glucosio. Il carico di glucosio è un esame diagnostico eseguito nel caso di sospetto diabete.

La misurazione della glicemia è consigliata a tutti, specialmente per chi ha superato i 40 anni, chi presenta evidenti fattori di rischio o di ereditarietà. L'esame è altrettanto utile a chi ha avuto una diagnosi di diabete per controllare la reale efficacia dei farmaci somministrati.Per un controllo completo è anche consigliata la misurazione dell'emoglobina glicata, un test che identifica la glicemia negli ultimi tre mesi e non nell'istantaneo, L'emoglobina glicata è un test eseguito in farmacia.

curiosita'

Curiosità

Nel mondo ogni 17 secondi si diagnostica un nuovo caso di diabete. 

Nel mondo una persona su tre affetta da diabete, non sà di averlo.

Fu il medico Areteo di Cappadocia vissuto nel 150 d.c. a coniare la parola diabete da dia = attraverso e bete = passare, passare attraverso riferito alla frequente urgenza a urinare e la sete implacabile dei soggetti malati. Mellito, ovvero dolce, si riferisce invece al gusto dolce delle urine, assaggiare le urine era un metodo diagnostico del passato per essere certi che il soggetto soffrisse di diabete. 

TORNA A SERVIZI