intolleranze alimentari, additivi alimentari e nichel

 

Le IA sono spesso causa di una serie di disturbi che traggono origine dalla incapacità dell’organismo di digerire completamente alcuni alimenti, che vengono degradati soltanto a livello di macromolecole, non utilizzabili né per la produzione di energia né per la crescita cellulare.
Il loro accumulo e il loro ripetuto contatto con la  parete intestinale è causa di processi infiammatori. L’intestino perde la sua funzione di “filtro” e tali processi si estendono ad altri organi compromettendone la perfetta efficienza.
E’ una sorta di lenta e graduale intossicazione che si manifesta con una sintomatologia assai varia:

Sintomi Generici ⇾ stanchezza, sonnolenza, ritenzione idrica, sovrappeso o perdita di peso
Sistema Nervoso ⇾ cefalea, emicrania, difficoltà di concentrazione, vertigini, ansia
Apparato Gastroenterico ⇾ colon irritabile, gonfiori, dolori e tensioni addominali, gastrite
Apparato Cutaneo ⇾  eczemi, prurito, manifestazioni cutanee, acne, dermatiti, cellulite ed inestetismi cutanei
Apparato Respiratorio ⇾ asma, infezioni respiratorie ricorrenti 
Apparato Cardio-circolatorio ⇾ palpitazioni, alterazioni dei valori pressori
Apparato Urogenitale ⇾ Infiammazioni, infezioni uro-genitali ricorrenti

Tali sintomi potrebbero essere evitati con un regime alimentare specifico che escluda determinati cibi. Più precisamente l'alimento a cui si è intolleranti in un primo periodo viene eliminato dalla dieta, per poi essere reintrodotto gradualmente. Le intolleranze alimentari sono dose-dipendenti, quindi i sintomi possono peggiorare con l'assunzione ripetuta e/o  abbondante dell'alimento che causa l'intolleranza.

Allegato ai risultati delle intolleranze verrà redatto un piano personalizzato per la reintroduzione graduale degli alimenti.

* ricordiamo che questo test non è indicativo per l'intolleranza al lattosio o l'intolleranza al glutine. Esse rientrano in specifiche patologie che non riguardo le "intolleranze alimentari" e meritano capitoli separati dal test in esame.

il test

 Il test leuco-citotossico su sangue umano può essere eseguito anche a casa ma consigliamo di farlo direttamente in farmacia con la supervisione di un farmacista. Il test prevede i seguenti passaggi:

1° Anamnesi del paziente: verranno richiesti alcuni dati al paziente come le sue abitudini alimentari e lo stile di vita, la presenza di sintomi specifici, farmaci assunti o eventuali allergie.

2° Prelievo del campione: il campione di sangue capillare viene prelevato da un polpastrello della mano ed è sufficiente per testare un eventuale risposta immunitaria a moltissimi alimenti.Di seguito i vari step della campionatura:

Contenuto del kit      Prelievo capillare      Campionatura

3° Scelta degli alimenti da testare: è possibile scegliere quali alimenti testare, il campione è sempre unico ma si possono scegliere le diverse opzioni: 

Test Base 32 Alimenti

Costo 90,00€

Latticini: Latte di capra, latte vaccino, latte di pecora

Lieviti: Lievito chimico, lievito di birra

Frutta & Frutta Secca: Mela, pera, prugna, uva, kiwi, fragola, albicocca, pesca, banana, ananas, melone, arancia, limone, noce, mandorla, arachide, oliva

Verdura: Patata, zucchina, melanzana, lattuga, peperone, pomodoro, cavolo, spinaci

Carne: Tacchino, pollo, coniglio, maiale, manzo, agnello

Pesce: Salmone, tonno, gambero, merluzzo, sogliola

Cereali & Legumi: Grano, riso, mais, orzo 

Altri: Caffè, uova

Test 64 Alimenti

Costo 120,00€

Latticini: Latte di capra, latte vaccino, latte di pecora

Lieviti: Lievito chimico, lievito di birra

Frutta & Frutta Secca: Mela, pera, prugna, uva, kiwi, fragola, albicocca, pesca, banana, ananas, melone, arancia, limone, noce, mandorla, arachide, oliva

Verdura: Patata, zucchina, melanzana, lattuga, peperone, pomodoro, cavolo, spinaci, cipolla, sedano, carota, asparago, cetriolo, mix funghi

Carne: Tacchino, pollo, coniglio, maiale, manzo, agnello

Pesce: Salmone, tonno, gambero, merluzzo, sogliola, mix cefalopodi

Cereali & Legumi: Grano, riso ,mais, orzo, soia, piselli, farro, fagiolo

Spezie: Aglio, pepe

Edulcoranti: Cacao, zucchero, miele

Altri: Caffè, uova, tè 

Test 96 Alimenti

Costo 140,00€ 

Latticini: Latte di capra, latte vaccino, latte di pecora

Lieviti: Lievito chimico, lievito di birra

Frutta & Frutta Secca: Mela, pera, prugna, uva, kiwi, fragola, albicocca, pesca, banana, ananas, melone, arancia, limone, noce, mandorla, arachide, oliva, mix frutti di bosco, ciliegia, cocomero, mandarino, fico, nocciola, castagna

Verdura: Patata, zucchina, melanzana, lattuga, peperone, pomodoro, cavolo, spinaci, cipolla, sedano, carota, asparago, cetriolo, mix funghi, radicchio, fagiolini, bietola, zucca, carciofo, cicoria, indivia, finocchio

Carne: Tacchino, pollo, coniglio, maiale, manzo, agnello

Pesce: Salmone, tonno, gambero, merluzzo, sogliola, mix cefalopodi, scampi, alice, vongola, trota

Cereali & Legumi: Grano, riso ,mais, orzo, soia, piselli, farro, fagiolo, lenticchie, cece, segale, fava

Spezie: Aglio, pepe, prezzemolo, origano, menta, rosmarino, basilico, maggiorana

Edulcoranti: Cacao, zucchero, miele, zucchero di canna, saccarina, fruttosio

Altri: Caffè, uova, tè 

Test Completo 120 Alimenti

Costo 160,00€

Latticini: Latte di capra, latte vaccino, latte di pecora

Lieviti: Lievito chimico, lievito di birra

Frutta & Frutta Secca: Mela, pera, prugna, uva, kiwi, fragola, albicocca, pesca, banana, ananas, melone, arancia, limone, noce, mandorla, arachide, oliva, mix frutti di bosco, ciliegia, cocomero, mandarino, fico, nocciola, castagna, pistacchio, noce di cocco, papaya, cedro, pompelmo

Verdura: Patata, zucchina, melanzana, lattuga, peperone, pomodoro, cavolo, spinaci, cipolla, sedano, carota, asparago, cetriolo, mix funghi, radicchio, fagiolini, bietola, zucca, carciofo, cicoria, indivia, finocchio , ravanello, rucola

Carne: Tacchino, pollo, coniglio, maiale, manzo, agnello, cavallo, capriolo, cinghiale

Pesce: Salmone, tonno, gambero, merluzzo, sogliola, mix cefalopodi, scampi, alice, vongola, trota, cicala di mare, triglia, sgombro

Cereali & Legumi: Grano, riso ,mais, orzo, soia, piselli, farro, fagiolo, lenticchie, cece, segale, fava, lecitina, grano saraceno

Spezie: Aglio, pepe, prezzemolo, origano, menta, rosmarino, basilico, maggiorana, chiodi di garofano, alloro, salvia, noce moscata, timo, cannella, vaniglia, cappero

Edulcoranti: Cacao, zucchero, miele, zucchero di canna, saccarina, fruttosio, sciroppo d’acero

Altri: Caffè, uova, tè 

Additivi

Costo 40,00€

Additivi: Glutammato, Glicerina, Nitrato di sodio, Acido ascorbico, Acido citrico, Solfato di nikel, E102 giallo, E110 arancio, E120 carminato, E127 eritrosina, E155 marrone, Pectina, Polifosfati, Sorbato potassio, Benzoato di sodio.

Intolleranza al Nichel

Costo 50,00€

Da non confondere con la dermatite allergica da contatto. Questa tipologia di test viene eseguita in ambito ospedaliero (patch test) e verifica la risposta immunitario al contatto dell'epidermide con il nichel (orecchini, anelli, polveri o solventi in ambienti lavorativi con presenza dell'elemento.

Il test intolleranza alimentare al nichel è un test alimentare in quanto il nichel può essere contenuto in diversi cibi (dell'ordine dei microgrammi). Come per gli alimenti ci può essere un esito di intolleranza lieve, media o forte e può essere utile rimuovere temporaneamente alcuni alimenti. L'intolleranza al nichel può causare diversi sintomi quali prurito, cefalea, disturbi gastrointestinali.

i risultati

Il test eseguito verrà inviato con corriere espresso ad un laboratorio specializzato, i risultati saranno disponibili sia in modalità cartacea che informatica entro 4-5 giorni lavorativi. 

Una volta identificati  gli alimenti responsabili del fenomeno, sarà sufficiente eliminarli dalla nostra alimentazione quotidiana per un periodo variabile dalle 4 alle 12 settimane. La durata del periodo di astensione è legato al Grado di Intolleranza riscontrato.
La reintroduzione avverrà gradualmente affinchè il nostro organismo sia in grado di metabolizzarli in maniera ottimale e non li riconosca più come estranei.
Nell’opuscolo che ti verrà consegnato insieme al risultato del test troverai, in merito a ciò, dettagliate indicazioni.

Nel caso in cui il test dia una risposta positiva, questa potrà essere di tre gradi:

Livello di reazione 1 - Lieve
Alimenti che hanno evidenziato reazione lieve. Astenersi dall'utilizzo dei cibi indicati per 1 mese. Al secondo mese reintrodurre tali alimenti con frequenza non superiore ad 1 volta ogni 2 settimane. Al terzo mese introdurre tali alimenti con frequenza non superiore ad 1 volta ogni settimana.
Livello di reazione 2 - Moderato
Alimenti che hanno evidenziato reazione intermedia. Astenersi dall'utilizzo dei cibi indicati per 2 mesi. Al terzo mese reintrodurre tali alimenti con frequenza non superiore ad 1 volta ogni 2 settimane. Al quarto mese introdurre tali alimenti con frequenza non superiore ad 1 volta ogni settimana.

Livello di reazione 3 - Forte
Alimenti che hanno evidenziato reazione forte. Astenersi dall'utilizzo dei cibi indicati per 3 mesi. Al quarto mese reintrodurre tali alimenti con frequenza non superiore ad 1 volta ogni 2 settimane. Al quinto mese introdurre tali alimenti con frequenza non superiore ad 1 volta ogni settimana.

Di seguito un esempio di esito con le diverse tipologie di risposte per alcuni alimenti

Oltre all'esito della risposta leuco-citotossica di ogni alimento verranno suggerite modifiche e abitudini alimentari. In particolare come sostituire un eventuale alimento a cui si è intollerante con altri cibi, come nell'esempio sottostante:

    non confondiamo allergie con intolleranze

 L’Allergia alimentare è una reazione immunitaria , mediata da Anticorpi IgE, che fa seguito  all’ ingestione di uno specifico alimento o di alcune sostanze in esso contenute.
A seguito di tale reazione fra l’ Anticorpo e l’alimento “allergenico” si libera una sostanza, l’Istamina, che è la principale responsabile dei sintomi che caratterizzano le reazioni allergiche ad esempio:

Orticaria ed altri fenomeni cutanei
Edema delle mucose
Nausea,Vomito
Shock anafilattico nei casi più gravi e fortunatamente rari

Tali sintomi appaiono generalmente in tempi rapidi dopo l’ingestione dell’alimento incriminato.

L’Intolleranza Alimentare non è un fenomeno IgE mediato.
E’ una reazione del nostro organismo scatenata dall’ assunzione di uno o più alimenti che per motivi vari non possono essere completamente digeriti. I sintomi possono manifestarsi anche alcuni giorni dopo e sono strettamente collegati alla quantità di cibo ingerito.

curiosità

Gli additivi alimentari sono sostanze deliberatamente aggiunte ai prodotti alimentari per svolgere determinate funzioni tecnologiche, ad esempio per colorare, dolcificare, conservare o migliorare l'aspetto, il sapore, il colore e il profumo (Agenzia per la Sicurezza Alimentare).

 Gli additivi autorizzati a livello europeo sono contrassegnati da una sigla numerica preceduta dalla lettera "E"


100-199
Coloranti
100-109 – gialli
110-119 – arancione
120-129 – rossi
130-139 – blu e violetti
140-149 – verdi
150-159 – marroni e neri
160-199 – altri
200-299
Conservanti
200-209 – sorbati
210-219 – benzoati
220-229 – solfuri
230-239 – fenoli e formiati
240-259 – nitriti e nitrati
260-269 – acetati
270-279 – lattati
280-289 – propionati
290-299 – altri
300-399
Antiossidanti e correttori di acidità
300-309 – ascorbati (vitamina C)
310-319 – gallati e eritorbati
320-329 – lattati
330-339 – citrati e tartrati
340-349 – fosfati
350-359 – malati e adipati
360-369 – succinati e fumarati
370-399 – altri
400-499
Addensanti, stabilizzanti e emulsionanti
400-409 – alginati
410-419 – gomma naturale
420-429 – altri agenti naturali
430-439 – derivati del poliossietilene
440-449 – emulsionanti naturali
450-459 – fosfati
460-469 – derivati della cellulosa
470-489 – derivati degli acidi grassi
490-499 – altri
500-599
Regolatori di acidità e antiagglomeranti
500-509 – acidi e basi inorganiche
510-519 – cloruri e solfati
520-529 – solfati e idrossidi
530-549 – sali dei metalli alcalini
550-559 – silicati
570-579 – stearati e gluconati
580-599 – altri
600-699
Esaltatori di sapidità
620-629 – glutammati
630-639 – inosinati
640-649 – altri
900-999
Vari
900-909 – cere
910-919 – glasse
920-929 – agenti ausiliari
930-949 – gas per confezionamento
950-969 – dolcificanti
990-999 – schiumogeni
1100-1599
Altri prodotti
Sostanze che non rientrano nelle classificazioni sopra indicate

Esiste una banca dati dettagliata sugli additivi alimentari (UE) raggiungibile da questo link

 

Fonte: MicroTrace diagnostici, riferimento laboratorio Autorizzazione N°176/ 2002 Emilia Romagna. (additivi alimentari) Wikipedia